Isontina Ambiente

Società trasparente

Si chiama “Società Trasparente” la nuova sezione del sito internet di Isontina Ambiente dedicata alla libera consultazione, da parte dei cittadini, delle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività della Società che gestisce, con affidamento in house, da parte dei 25 Comuni della provincia di Gorizia, il Servizio Integrato di Igiene Ambientale.

Detto sito è consultabile direttamente, senza alcuna necessità di essere identificati tramite nome utente e password.
Le informazioni pubblicate sono in continuo aggiornamento secondo le disposizioni del D.lgs. n. 33 del 14 marzo 2013, relativo al “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.
Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato dal citato D. Lgs. n. 33/2013, il cui obiettivo è favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

La pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:

  • assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione;
  • prevenire fenomeni corruttivi e promuovere l'integrità;
  • sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento.

Il Responsabile per la trasparenza è l'ingegner Giuliano SPONTON.
 

Sintesi della normativa

Con il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 è stata riordinata la disciplina relativa agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni delle pubbliche amministrazioni.
L’art. 11 “Ambito soggettivo di applicazione” di tale decreto prevede che per “pubbliche amministrazioni” s’intendono tutte le amministrazioni di cui all’art. 1 comma 2 del D.Lgs. 165/2001. Alle società partecipate dalle pubbliche amministrazioni e alle società da esse controllate ai sensi dell’art. 2359 del Codice Civile (società partecipate indirette) si applicano, limitatamente all’attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o dell’Unione europea, le disposizioni dell’art. 1, commi da 15 a 33, della L. 190/2012 (c.d. “Anticorruzione PA”).

Le società partecipate direttamente o indirettamente dalle pubbliche amministrazione sono obbligate, oltre alla pubblicazione e trasmissione dei dati relativi agli appalti, a segnalare e pubblicare sul sito web:

  •  tutte le informazioni relative ai procedimenti amministrativi, nel rispetto delle disposizioni sul segreto d’ufficio e di protezione dei dati personali;
  • i risultati del monitoraggio periodico del rispetto dei tempi procedimentali;
  • i bilanci ed i conti consuntivi (bilancio di previsione per le società che lo approvano e bilancio d’esercizio per tutte);
  • i costi unitari di realizzazione delle opere pubbliche e di produzione dei servizi erogati ai cittadini, secondo schemi tipo predisposti dall’AVCP;
  • l’indirizzo di posta elettronica a cui il cittadino può rivolgersi per trasmettere istanze e ricevere informazioni sui provvedimenti e procedimenti amministrativi che lo riguardano;
  • nomina degli arbitri per la risoluzione di controversie in cui è parte la società pubblica secondo princìpi di pubblicità e rotazione.